IL TAGO: L’ANIMA GEMELLA DI LISBONA

Press 25 September 2020

Alle porte della capitale: birdwatching, sport all’aria aperta e passeggiate

Quando si pensa a Lisbona, le prime cose che vengono in mente sono, solitamente, i monumenti, le grandi piazze soleggiate e il tram 28 che percorre le ripide viuzze del centro storico. Eppure, c’è un altro lato meno noto della capitale che merita di essere visto almeno una volta nella vita: si tratta della regione del Tago, che circonda l’estuario del fiume da cui prende il nome. Qui, la Riserva Naturale dell’Estuario del Tago è il buen retiro per gli amanti dell’ornitologia, degli sport nautici, delle lunghe passeggiate in mezzo al verde e della quiete. Tutto questo a soli 20 minuti dAl centro città.

La Riserva Naturale: birdwatching ma non solo
Con i suoi quasi 15.000 ettari quella dell’estuario del Tago è una delle dieci zone umide più importanti d’Europa. Le sue ampie paludi salmastre, i canneti e le saline costituiscono l’habitat ideale per circa 250 specie faunistiche, specialmente per gli uccelli, che trovano nell’Arco del Tago il luogo ideale per svernare e nidificare. Tra novembre e marzo è possibile avvistare aironi, anatre, avocette, piovanelli e pivieri dorati. Gli ospiti più attesi sono però i fenicotteri rosa, che si alzano graziosamente sulle acque del fiume offrendo uno spettacolo a dir poco poetico. Organizzare un tour per birdwatcher appassionati o semplicemente per chi desidera scoprire la campagna portoghese in tutta tranquillità è semplice: basta visitare il sito dell’ente dedicato, EVOA – Espaço de Visitação e Observação de Aves.

AAA adrenalinici attenzione: non solo paesaggi da cartolina!
Gli sportivi doc non rimarranno certo delusi perché questa zona si presta benissimo anche a sport nautici come vela e canoa. Per praticare kitesurfwindsurf e stand up paddle bisogna invece spingersi fino alla vicina Praia dos Moinhos. Qui si trovano anche diversi servizi, tra cui bar e ristoranti, skate park, campi da beach volley e scuole di surf per principianti ed esperti. Se invece siete tipi “da terra”, noleggiate delle mountain bike o godetevi la natura in sella a un cavallo. Per ulteriori informazioni basta visitare il sito del comune di Alcochete e la pagina dedicata del sito del Turismo de Lisboa.

Cultura e tradizione: “l’oro bianco” di Alcochete
L’estuario del Tago è ricco di storia e tradizione e, nonostante si trovi alle porte della capitale, qui tutto è rimasto come una volta: ritmi lenti, semplicità e silenzio sono tuttora le parole d’ordine. Il principale centro culturale è Alcochete, una tranquilla cittadina dove si respira la vera anima lusitana. Considerata a lungo uno dei maggiori centri di produzione di sale del paese, questa attività è ancora oggi fondamentale per l’economia locale. La fondazione Salinas do Samouco organizza visite guidate durante il weekend e spesso riserva sorprese. Un esempio? Il magico spettacolo offerto dai fenicotteri in volo, in cerca di un posto dove banchettare.

Ufficio stampa:

Sara Cusmà

s.cusma@aigo.it
+39 02 6699 27 241