NYC & COMPANY AL TTG INCONTRI PER PRESENTARE LE NOVITÀ DELLA CITTÀ

Press 13 ottobre 2016

Padiglione C1 – Stand 054-059

NYC & Company, ente del turismo di NYC, rinnova la sua partecipazione al TTG Incontri: presso il Brand USA Pavillon C1 Stand 054-059 incontra operatori e stampa italiani per presentare le novità della città e dei suoi cinque distretti.
La città ha accolto 58.3 milioni di visitatori nel 2015, battendo per la sesta volta il suo record di arrivi. Una crescita che non si arresta nemmeno nel 2016: secondo le stime, infatti, l’anno in corso si chiuderà con 59.7 milioni di turisti, ripartiti tra domestici (47 milioni) e internazionali (12.7 milioni).
“In questo quadro positivo, l’Italia continua ad avere un importante ruolo, riconfermandosi uno dei nostri mercati chiave, il 7° a livello globale. Il 2015 si è chiuso con 479.000 visitatori e per il 2016 ci aspettiamo che questo numero salga a 489.000 arrivi”, commenta Reginald Charlot, Vice President Tourism Development Europe di NYC & Company. “Gli italiani a New York City amano fare shopping, ma anche visitare attrazioni culturali e storiche. Inoltre, sono viaggiatori curiosi, propensi a spingersi oltre Manhattan alla scoperta degli altri distretti della città”.
Nel 2015, l’86% degli italiani ha visitato New York City per vacanze, di cui il 10% in visita ad amici e parenti, e trascorso una media di 9 notti in città soggiornando prevalentemente negli hotel dei cinque distretti (70%). In media, gli italiani spendono $1.370 per soggiorno per persona, per una spesa complessiva di $697 milioni. Il 47% degli italiani ha prenotato il proprio soggiorno a New York City tramite tour operator e agenzie di viaggio, che continuano a rappresentare anche la principale fonte di informazione nella fase decisionale, insieme alle compagnie aeree.

“TTG Incontri è un appuntamento importante per poter incontrare gli operatori e l’occasione per parlare di New York City e delle novità del suo prodotto turistico. Dagli hotel, alle infrastrutture, fino alle attrazioni, la città continua ad arricchirsi ed evolversi, confermandosi un modello per il resto del mondo”, prosegue Charlot.

L’industria alberghiera di New York City è al massimo della sua espansione. Attualmente, sono disponibili 110.000 camere d’albergo in città che saliranno ad oltre 135.000 entro la fine del 2019. Da gennaio 2016 sono stati inaugurati 17 hotel, per un totale di oltre 4.100 camere. Tra questi si segnalano il Renaissance New York Midtown Hotel (marzo 2016), l’InterContinental New York Barclay (aprile 2016), The Beekman (agosto 2016), The William Vale (settembre 2016) e il Four Seasons New York Downtown (settembre 2016). Le novità dei prossimi mesi includono il Whitby Hotel e 1 Hotel Brooklyn Bridge.

Il 2016 ha segnato anche l’apertura di importanti istituzioni culturali, come il Met Breuer a marzo, il distaccamento del Metropolitan Museum of Art dedicato all’arte del XX e XXI secolo, situato nell’Upper East Side. Per lo shopping, Westfield World Trade Center è stato aperto ad agosto, con oltre 150 brand di moda, tecnologia, cucina e lifestyle, un’ampia offerta di ristoranti, il secondo Eataly di New York City ed esperienze culturali. Dal punto di vista delle infrastrutture, a Lower Manhattan è stato completato a maggio il World Trade Center Transportation Hub, al cui centro si trova la struttura Oculos, progettata da Calatrava: l’hub viene utilizzato ogni giorno da 200.000 pendolari e connette 11 linee della metropolitana, i treni Port Authority Trans-Hudson (PATH), Battery Park City Ferry Terminal, il World Trade Center Memorial Site, WTC Towers 1, 2, 3, e 4, il World Financial Center e il Winter Garden.

Ufficio stampa:

Monica Tagliabue

m.tagliabue@aigo.it
+39 02 6699 27 229 - mob +39 344 0993 846