RYANAIR RICONOSCE IL SINDACATO FIT CISL PER IL PERSONALE DI BORDO DI BASE IN ITALIA

Press 23 luglio 2018
OLTRE IL 66% DEL PERSONALE DI BORDO È ORA TUTELATO 
DA ACCORDI DI RICONOSCIMENTO DEI SINDACATI
Milano, 20 luglio 2018 – Ryanair ha annunciato oggi di aver siglato un accordo di

riconoscimento con il sindacato italiano FIT CISL, che, insieme a ANPAC e ANPAV,

rappresenterà una delegazione di negoziazione per il personale di cabina direttamente

impiegato da Ryanair in Italia. Il comitato di negoziazione di FIT CISL, ANPAC e

ANPAV sarà operativo dal 24 luglio 2018 per avviare le trattative per un Contratto

Collettivo di Lavoro. Le agenzie partner di Ryanair (Crewlink e Workforce) che

impiegano personale di cabina a bordo di velivoli Ryanair di base in Italia, hanno

anch’esse firmato un contratto di riconoscimento con FIT CISL, ANPAC e ANPAV

e il 24 luglio 2018 saranno avviate le negoziazioni per un Contratto Collettivo di

Lavoro per il personale di bordo impiegato tramite agenzie esterne.

A seguito dell’annuncio di ieri di un accordo di riconoscimento con Ver.di relativo

al personale di bordo di base in Germania, Ryanair sta avviando trattative per

Contratti Collettivi di Lavoro per oltre il 66% del suo personale nei suoi mercati

principali, ossia Italia, Regno Unito e Germania. Ryanair spera che i sindacati

del personale di bordo in Spagna, Portogallo e Belgio seguiranno presto questo

esempio, impegnandosi in trattative con Ryanair invece di interrompere il

servizio ai clienti Ryanair attraverso inutili scioperi.

 

Eddie Wilson, Chief People Officer di Ryanair, ha affermato:

“Siamo lieti di siglare oggi questo accordo di riconoscimento con FIT

CISL in Italia. Questa è un’ulteriore dimostrazione dei progressi che

Ryanair sta compiendo nei confronti dei sindacati avvalorando la nostra

decisione, presa a dicembre 2017, di riconoscerli: oltre il 66% del nostro

personale di bordo è ora tutelato da accordi di riconoscimento.

Ci auguriamo di siglare ulteriori accordi nelle prossime settimane nei Paesi

in cui i sindacati hanno affrontato queste negoziazioni con atteggiamento

pratico e positivo. Come confermato dal numero crescente di accordi di

riconoscimento per il personale di bordo e per i piloti, stiamo facendo

progressi confutando anche gli scettici che hanno affermato come non

autentica e sincera la nostra decisione dello scorso dicembre. Non

vediamo l’ora di lavorare a stretto contatto sia con FIT CISL che

con i rappresentanti Ryanair nel sindacato per concludere un Contratto

Collettivo di Lavoro per il nostro personale di bordo direttamente

impiegato in Italia, così come iniziare presto le trattative con ANPAC,

ANPAV e FIT CISL per il personale impiegato tramite agenzie esterne .”

Ufficio stampa:

Alessandra Rischio

a.rischio@aigo.it
+39 02 6699 27 240 - mob +39 344 099 0468