NATURA IN QATAR: ALLA SCOPERTA DEI DUGONGHI

Press 1 agosto 2016

In corso studi per proteggere il più grande mammifero del Paese

Il Qatar, affascinante perla del vicino Oriente, famoso per i grattacieli futuristici della sua capitale Doha e per il suo deserto dorato, è anche la meta perfetta per gli amanti della natura e delle immersioni. Qui, nelle calde acque del Golfo Persico, la destinazione ospita la seconda più grande popolazione di dugonghi al mondo, una rara specie in via di estinzione, che è tuttora oggetto di ricerca  e studio da parte della comunità scientifica.

Il dugongo, unico esemplare vivente della variegata famiglia dei Dugongidae, è un grande mammifero erbivoro marino, simile al lamantino per aspetto e per comportamento. Queste creature si nutrono di alghe e possono essere avvistate negli habitat costieri dai fondali ricchi di posidonia, e in zone poco profonde e protette, come le baie e le foreste di mangrovie.

I dugonghi, i più grandi mammiferi del Qatar, possono raggiungere una lunghezza superiore a 3 metri, pesare più di 400 kg, e restare sott’acqua per sei minuti prima di risalire in superficie per prendere aria. Durante l’inverno, i dugonghi si concentrano perlopiù nel nord-ovest del Qatar, mentre in estate si spostano lungo tutta la costa.

Queste specie possono vivere oltre 70 anni, ma a causa della loro longevità e della bassa capacità riproduttiva (ogni femmina partorisce un solo cucciolo), sono elencati dall’Unione Internazionale per la Conservazione della Natura (IUCN) tra le specie a rischio di estinzione.

In Qatar sono in corso degli studi di ricerca per raccogliere informazioni, quali il censimento degli esemplari presenti nel Paese e altri elementi scientifici, per poter comprenderne al meglio il comportamento e preservarli.

La Environmental Research Lead for ExxonMobil Research Qatar (EMRQ) sta inoltre conducendo ricerche sulla popolazione di dugonghi nel Golfo Persico, in collaborazione con la Texas A&M University di Galveston, che rientrano nelle attività di cooperazione del General Directorate for Natural Reserves – Private Engineering Office (PEO) e del Qatar Ministry of Municipality and Environment, per condividere risultati e informazioni sulla popolazione locale di queste incredibili creature marine.

Grazie all’impegno nella salvaguardia di questi esemplari, il Qatar offre un’esperienza davvero unica a tutti gli appassionati del mondo sottomarino e della natura, che possono  arricchire il loro viaggio con escursioni in barca e immersioni per avvistare questi rari animali, come il “Shore Dive Tour” proposto dall’operatore locale QIA – Qatar International Adventures con diving in due spot sulla barriera corallina a partire da circa € 135 per persona.

Photo: Julien Willem
Ufficio stampa:

Alessandra Rischio

a.rischio@aigo.it
+39 02 6699 27 240 - mob +39 344 099 0468