GoEuro stila l’indice delle 100 migliori città europee dove passare il weekend

Press 16 novembre 2016

Barcellona in testa alla classifica assoluta, Roma prima tra le italiane.

GoEuro, l’innovativa piattaforma di ricerca e prenotazione di treni, autobus e voli in tutta Europa, in collaborazione con il motore di ricerca per case vacanza HomeToGo, pubblica oggi l’Indice delle Migliori destinazioni per il weekend, pensato per ispirare i viaggiatori e aiutarli nella scelta della prossima destinazione in Europa dove trascorrere il finesettimana.

GoEuro ha quindi stilato la classifica delle 100 migliori città dove passare il weekend, realizzata mettendo a confronto 2.000 destinazioni europee che sono state valutate secondo cinque principali categorie di interesse: attività, vita notturna, cibo e bevande, alloggi e trasporti pubblici. Il punteggio assegnato a ciascuna città ha tenuto conto di diversi fattori tra cui l’offerta turistica, il prezzo di servizi e prodotti, la qualità della vita.

Vincitrice assoluta, con un totale di 98.35/100, Barcellona città particolarmente attrattiva per la movida, la cucina e le attività, seguita da Praga (96.14/100) e Berlino (95.76/100). Nella top 100 sono presenti ben 10 città italiane, con Roma in testa che grazie ad un punteggio di 77.1/100 si guadagna la 12° posizione assoluta. Presenti anche Milano, Firenze, Napoli, Venezia, Siena, Bologna, Pisa, Verona e Matera. La classifica completa è disponibile su http://www.goeuro.it/viaggi/weekend.

Delle 100 città in classifica, le più prenotate dagli italiani con GoEuro nel 2016 sono Salisburgo, Valencia e Varsavia, a conferma dell’interesse degli utenti italiani della piattaforma nei confronti di ‘nuove’ mete. Salisburgo attrae i turisti italiani non solo nel periodo natalizio,  per i caratteristici mercatini, ma anche in estate quando il clima consente di praticare sport, fare trekking e arrampicata o semplicemente passeggiare per la città e rilassarsi nei tipici caffè del centro storico. La calda e accogliente Valencia ha riscosso ottimi consensi per la sua cucina e per la giovialità degli abitanti, oltre che per la vasta gamma di alloggi di buona qualità. Varsavia, infine: la capitale polacca è giovane, dinamica e moderna; val la pena visitare la Città Vecchia, la Strada Reale e il quartiere finanziario con il famoso ed imponente Palazzo della Cultura e della Scienza.

L’indice analizza inoltre le 10 migliori destinazioni per ciascuna delle cinque categorie analizzate. Sul podio per la categoria attività, all’interno della quale sono considerate le attrazioni in termini di musei, percorsi culturali e tematici, intrattenimento e shopping, Londra si aggiudica il primo posto, seguita da Parigi e Roma.

Nessuno eguaglia Berlino quando si parla di vita notturna, che si posiziona prima nella categoria, seguita da Cracovia e Barcellona. La classifica di GoEuro tiene conto dell’offerta musicale, del prezzo degli alcolici, del costo degli ingressi e della qualità dei trasporti pubblici notturni. I dati sono ricavati dall’Indice del prezzo della Birra di GoEuro, in combinazione con il GoEuro Fun City Index, che valuta le città in base al numero di locali notturni, gli orari di chiusura e le venue disponibili.

La varietà di piatti tradizionali e street food in Europa è talmente ricca da mettere in difficoltà qualunque viaggiatore. GoEuro ha creato una graduatoria delle città che offrono piatti prelibati al prezzo più conveniente. Le capolista della categoria cibo e bevande sono entrambe spagnole: Barcellona e Madrid. Roma guadagna il terzo posto, a pari merito con Parigi. A seguire, Londra, Istanbul, Berlino, Milano, Praga e Lisbona.

La classifica delle 10 città che offrono il miglior rapporto qualità/prezzo in termini di alloggio si apre con Kiev, seguita da Zagabria e Budapest, città belle ed accoglienti e perfette da visitare durante un weekend. La classifica tiene conto del prezzo degli alloggi in base alla popolarità delle destinazioni, alla disponibilità di camere nelle strutture e al costo della vita. La principale fonte di valutazione per questa categoria sono i dati forniti da HomeToGo sul numero di alloggi (hotel, ostelli, appartamenti e camere private) e il prezzo medio per ogni città.

Un buon rapporto tra efficienza e costo dei trasporti è essenziale per visitare la città agevolmente e senza spendere una fortuna. La prima in classifica per la categoria trasporti pubblici è Bucarest dove il prezzo medio per chilometro in taxi è di 31 centesimi. Il secondo posto della classifica è di Sofia. Un biglietto singolo per viaggiare in autobus a Kiev, la terza classificata, costa 15 centesimi.

Maggiori informazioni sull’Indice delle Migliori destinazioni per il weekend e le classifiche complete sono disponibili su http://www.goeuro.it/viaggi/weekend

Fonti:

I fattori analizzati sono riportati in ordine di importanza e hanno proporzionalmente influenzato i punteggi delle città considerate:

Attività e punti di interesse: si basa sul numero di attività e negozi di abbigliamento, il prezzo medio di un paio di jeans e un abitino estivo in una catena di abbigliamento secondo i dati di Tripadvisor e Numbeo.

Vita notturna: si basa sul numero di bar e locali notturni, gli orari di chiusura e il prezzo medio di una birra da 33cl come riportato nell’Indice dei prezzi della birra e su TripAdvisor, ResidentAdvisor, TimeOut, The Culture Trip, Numbeo, Telegraph e i siti dell’Ufficio del Turismo.

Cibo e bevande: si basa sul prezzo di bevande e pietanze di ristoranti di fascia media ed economica. Un altro fattore considerato è il prezzo di una lattina di Coca cola secondo i dati offerti da Tripadvisor e Numbeo.

Alloggi: il prezzo medio di un alloggio per persona per notte combinato con il numero di alloggi disponibili in città secondo i dati di Hometogo. Il prezzo degli alloggi privati in affitto per massimo 6 ospiti si basa su 800.000 prenotazioni avvenute sul sito Hometogo da ottobre 2015 a settembre 2016.

Trasporti pubblici: si basa sul prezzo di un biglietto singolo per i mezzi pubblici, le tariffe medie dei taxi per chilometro secondo quanto riportato da Numbeo.

Punteggio finale: sul punteggio finale hanno influito anche altri fattori e dati estratti da Numbeo quali qualità del clima, livello di inquinamento dell’aria, livello di criminalità, potere d’acquisto, qualità del sistema sanitario, costo della vita, prezzo degli immobili in rapporto al reddito medio, traffico e tempo di viaggio per il tragitto casa-lavoro. I paesi per cui è richiesto un visto turistico hanno subito una penalità del 20% sul punteggio finale.

Ufficio stampa:

Sara Cusmà

s.cusma@aigo.it
+39 02 6699 27 241

Monica Tagliabue

m.tagliabue@aigo.it
+39 02 6699 27 229 - mob +39 344 0993 846