15 luoghi da non perdere in Repubblica Dominicana

Press 16 ottobre 2018

Alla scoperta dei tesori nascosti dell’isola più bella dei Caraibi

La Repubblica Dominicana è un Paese ricco di bellezze naturali e tesori da scoprire. Sono davvero tante le località da non perdere, a partire dalle rinomate spiagge della costa sud-est, passando per la capitale Santo Domingo fino alla costa ovest ancora poco conosciuta. Ecco quindi 15 preziosi indirizzi da annotarsi per il prossimo viaggio tra le meraviglie dell’isola.

  1. Isla Cabra

Questo piccolo isolotto di sabbia bianca, noto anche come Isla de Sal, per l’abbondanza di sale marino delle sue acque, si trova a pochi minuti dalla costa di Montecristi a nord di fronte alla punta del Parco Nazionale El Morro. È facilmente raggiungibile in barca ed è la meta ideale per chi vuole concedersi una giornata immersi tra il relax delle sue soleggiate spiagge di sabbia bianca e avventurose sessioni di snorkeling tra le acque turchesi.

  1. Parco Ecologico Humedales de Nigua

Dichiarata area protetta nel 2009, questa bellissima riserva naturale nella provincia di San Cristóbal, a sud, è il paradiso degli amanti della natura e ospita oltre cinquanta specie di uccelli, una grande varietà di rettili, numerose piante e laghi che ne arricchiscono la biodiversità. Le zone umide e l’ecosistema di mangrovie offrono incredibili scorci di grande ispirazione per appassionati di fotografia, mentre per i più sportivi è possibile avventurarsi in mountain bike tra i percorsi nel verde.

  1. Montagna Redonda

Montagna Redonda, a Miches nella provincia di El Seibo, offre la vista più bella di tutta la Repubblica Dominicana. Da questo hot spot ad alta quota si gode di aria fresca e pura e di una visuale a 360° sulla baia di Samanà e sulle lagune di Redonda e di Limon. Sono inoltre installate comode amache e divertenti altalene per godersi in modo inedito il panorama e scattare vertiginose fotografie.

  1. Cascata di Arroyo Grande o Salto Los Bueyes

Sulle alture della provincia di Espaillat, la Cascata di Arroyo Grande – conosciuta anche come El Salto Los Bueyes – è una delle grandi attrazioni della zona con le sue acque cristalline che invitano a godersi un bagno rinfrescante.

  1. Laguna Dudú

Laguna Dudú, una delle maggiori ricchezze ecoturistiche del comune di Cabrera, è completamente immersa nella foresta tropicale ed è formata da una serie di stagni d’acqua dolce color blu cobalto e turchese. Negli stagni, alimentati da grotte sotterranee, si pratica kayak ed è possibile, per i più coraggiosi, attraversare la laguna con una zipline sospesa a otto metri di altezza. È inoltre la meta ideale per gli appassionati di immersioni subacquee e l’unico posto al mondo dove poter praticare speleologia passando da un lago naturale ad un altro.

  1. Cola de pato

Tra le colline di Jamao al Norte, nella provincia di Espaillat, Cola de Pato è un luogo ancora poco conosciuto, ma di una bellezza impressionante. Dopo lunghe camminate le sue acque turchesi invitano a rinfrescarsi e a rilassarsi in mezzo alla natura.

7. La Grotta Fun Fun

La grotta si trova all’interno del Rancho Capote, sulla strada che collega Hato Mayor e Yerba Buena: da qui partono numerose escursioni nella grotta e camminate a cavallo attraverso la foresta tropicale, accompagnati da guide esperte. Nella grotta, scendendo con una corda, si possono esplorare le magnifiche connessioni tra tunnel sotterranei, corridoi giganti, antichi dipinti rupestri, stalattiti e stalagmiti con il sottofondo dei suoni naturali prodotti dai fiumi sotterranei delle cave.

  1. La Confluencia

Questo parco, situato a soli dieci minuti dal centro di Jarabacoa, sorge sulla confluenza dei fiumi Jimenoa e Yaque del Norte che creano piccole piscine tra le rocce. La Confluencia appare come una spa a cielo aperto ed è molto popolare sia per i dominicani sia per i turisti stranieri che la frequentano specialmente nella stagione più calda. È Ideale per organizzare una bella gita in famiglia: qui si possono consumare pranzi al sacco nelle ampie piazzole erbose e fare rilassanti passeggiate a cavallo esplorando il verde intorno.

  1. Grotte e laguna di Cabarete

Cabarete a nord é una destinazione molto popolare fra i giovani e gli appassionati di sport avventurosi come kiteboarding, windsurf e laser sailing grazie alla presenza di acque calde e perfette condizioni di vento. Di fronte alla sua laguna si stagliano bellissime grotte, oggi visitabili attraverso tour guidati, che un tempo ospitavano gli Indiani Taino. Le grotte si trovano all’interno del Parco Nazionale El Choco, punto di riferimento per gli appassionati di birdwatching.

  1. Mata de Maíz

Presso il comune di Polo, a Barahona, nel sud ovest, questa località termale invita i turisti a godere delle sue acque turchesi, circondata da montagne e da una foresta che funge da habitat per gli uccelli della zona. Un luogo ideale per riposare e rinfrescarsi.

  1. Cascate di Jima

A Bonao nel cuore dell’isola, le Cascate del fiume Jima rappresentano uno dei tesori meglio conservati della Repubblica Dominicana. Grazie alla loro posizione geografica, godono di un clima piacevole e di uno scenario spettacolare che ne fanno una destinazione ecoturistica per eccellenza molto amata sia dai locali sia dai turisti. Lungo il sentiero che attraversa la fitta foresta tropicale è possibile godere della vista su tre delle nove cascate presenti nella Riserva Scientifica Las Neblinas, luogo di avvistamento di moltissime specie di uccelli.

  1. Bahia de Las Águilas

Caratterizzata da acqua trasparente e una distesa di sabbia bianca, non stupisce che sia considerata da molti la spiaggia più bella di tutta la Repubblica Dominicana. Bahia de Las Aguilas si trova nella provincia di Pedernales nel sud ovest, all’interno del Jaragua National Park e con i suoi 8 chilometri offre un meraviglioso paesaggio carsico, che abbraccia l’intera costa, e un ricco patrimonio floreale marino.

  1. Le Dune di Baní

Le Dune di sabbia di Baní si trovano nell’arida regione sud-occidentale della Repubblica Dominicana e offrono un suggestivo paesaggio di colline sabbiose che si innalzano fino a 35 metri. Quest’area, dichiarata protetta nel 1996, sorprende  per la sua variegata biodiversità di flora e fauna. È costituita da 20 chilometri quadrati di valli e montagne sabbiose sulle quali è possibile arrampicarsi e ammirare, da un lato, il panorama della Playa Las Salinas – paradiso dei surfisti – e, dall’altro, la splendida baia di Las Salina.

  1. Playa Bonita

Il nome suggerisce l’incredibile bellezza di questa spiaggia ed è infatti una delle più affascinanti della penisola di Samaná e di tutta la Repubblica Dominicana. La sua sabbia bianca e le sue alte palme da cocco si affacciano sul paradisiaco mare blu. La spiaggia è particolarmente popolare per la sua tranquillità, ma è meta ideale anche per i più sportivi che qui praticano attività acquatiche come surf, kitesurf,  SUP, canoa o body board.

  1. Playa Diamante

Playa Diamante si trova a Cabrera, lungo la costa settentrionale dell’isola, e accoglie i visitatori con la sua distesa di sabbia bianca e acque chiare e temperate che hanno una profondità molto bassa. È infatti possibile camminare per molti metri nel mare senza che il livello dell’acqua superi la vita. Rappresenta la meta perfetta per una giornata al mare con tutta la famiglia: i bambini possono giocare in totale sicurezza, i più avventurosi possono partecipare alle numerose attività acquatiche organizzate, mentre chi è alla ricerca di totale relax può riposarsi presso le numerose zone d’ombra circondate da una ricca vegetazione lussureggiante.

Ufficio stampa:

Debora Agostini

d.agostini@aigo.it
+39 02 66 99 27 234

Giulia Cosseddu

g.cosseddu@aigo.it
+39 02 6699 27 223 - mob +39 344 0994 675