Israele rafforza la sua presenza in Italia con AIGO

14 aprile 2017

AIGO è stata scelta dall’Ufficio nazionale israeliano del Turismo (IGTO) per lo sviluppo di un programma di comunicazione che promuova Israele verso il viaggiatore italiano.
“Nel 2016 abbiamo registrato una crescita degli arrivi internazionali del 4% e anche il 2017 sta dimostrando di mantenere questo trend positivo. L’Europa è uno dei nostri mercati di riferimento e l’Italia acquisisce una posizione di sempre maggiore spicco. Basti pensare che ogni anno accogliamo circa 91.000 visitatori: un dato che testimonia l’interesse degli italiani nei confronti del nostro Paese. – afferma Avital Kotzer Adari, Direttore IGTO Italia – “Abbiamo scelto AIGO come partner e supporto alla nostra attività per l’esperienza e la profonda conoscenza che l’agenzia ha del marketing e della comunicazione per il turismo. Siamo certi che questa attività di collaborazione ci aiuterà a valorizzare i diversi aspetti del nostro Paese e della nostra offerta turistica, rispondendo così a pieno alle richieste del Ministero del Turismo di Israele che vede l’Italia come uno dei mercati più importanti di riferimento e per questo ritiene importante anche la presenza di una agenzia esterna locale a supporto della attività di comunicazione. Israele è la culla della creazione la cui cultura fonde il fascino di tradizioni millenarie allo stile contemporaneo. La nostra terra incanta grazie alle bellezze naturali, alla generosa abbondanza della cucina e alla vivacità dei numerosi eventi internazionali. La destinazione offre inoltre mete di benessere come il Mar Morto e località balneari come Eilat, sul Mar Rosso.”
“Siamo fieri di iniziare questa collaborazione e siamo certi che il fascino d’Israele farà presa sui viaggiatori italiani.” – afferma Massimo Tocchetti, Presidente di AIGO – “Il programma di lavoro sarà molto intenso e approfondiremo la comunicazione per temi d’interesse per raggiungere gli amanti della scoperta, della cultura, della spiritualità, del turismo responsabile e altre nicchie di viaggiatori appassionati per far conoscere loro la straordinaria ricchezza turistica di Israele”.