El Seibo: ultima frontiera del turismo ecologico in Repubblica Dominicana

Press 29 April 2019

L’ecoturismo rappresenta sempre più un modello di turismo sostenibile, che permettere ai turisti più avventurosi e sensibili alle tematiche ambientali di vivere un’esperienza a stretto contatto con la natura. La Repubblica Dominicana è ricca di luoghi e attrazioni ideali per un turismo ecologico tra aree protette, strutture immerse nella natura, progetti sostenibili, attività sportive quali kayak, canyoning e zipline per vivere appieno il territorio e scoprire le meraviglie naturalistiche dell’isola.

La provincia di El Seibo nella zona centro orientale dell’isola, ha un grande potenziale turistico grazie ad attrazioni naturalistiche e a luoghi remoti di rara bellezza. Trascorrere una vacanza in questa località, significa soggiornare in chalet immersi nella natura, fare attività lungo i fiumi (Rio Yabon, Magua, el Cedro e Las Lisas), provare l’emozione unica di trascorrere la notte circondati dalle montagne (Loma o Montagna verde) tra piantagioni di cacao, caffè, palme da cocco, piante di maracuja e cannella. Da qui è possibile raggiungere la Montagna Redonda, che offre la vista più panoramica di tutta la Repubblica Dominicana per godere di una visuale a 360° sulla baia di Samanà e sulle lagune di Redonda e di Limon. Sono inoltre installate comode amache e divertenti altalene per godersi in modo inedito il panorama e scattare vertiginose fotografie.

La zona montuosa del comune di Miches, nella provincia di El Seibo, offre una natura selvaggia, un microclima umido che favorisce una vegetazione sempre rigogliosa e scenari paesaggistici mozzafiato e piccoli villaggi che mostrano l’essenza di una destinazione autentica. In quest’aerea sorgono diverse produzioni locali che danno forte impulso all’incoming turistico del Paese, tra cui la Ruta del Chocolate. Questa ruta prevede tre differenti percorsi e il tour consiste nella visita alle piantagioni di cacao biologico, dove tecnici e produttori danno informazioni sull’intero processo di produzione del cacao, dalla semina alla fermentazione fino all’essiccazione. I visitatori conosceranno tutti i procedimenti della potatura e ulteriori processi per la preparazione di marmellate, vini e altri prodotti derivati dalla frutta secca oltre ad avere la possibilità di alloggiare nelle baite dei produttori o partecipare ad un’escursione a cavallo.

E ancora qui si trova la reserva científica natural lagunas Redonda y Limón, una riserva protetta che si estende per 53 km e comprende la maggior parte della pianura costiera della città. La diversità della flora e della fauna è il motivo principale che attrae ogni anno milioni di turisti. E ancora circondate da mangrovie, le lagune rappresentano la meta prediletta per gli amanti della natura che a bordo d’imbarcazioni a remi possono dedicarsi alla pesca e ammirare differenti specie di uccelli acquatici. A Playa Costa Esmeralda, situata di fronte la penisola di Samanà è possibile trascorrere qualche ora di piacevole relax tra sabbia bianca e acque cristalline.

In questa zona nasce Terranova Ranch, un’impresa ecologica a conduzione familiare immersa nel verde, che offre al visitatore un’ospitalità accogliente fatta di capanne e bungalow che possono ospitare fino a 170 persone con la possibilità di vivere la campagna circostante, tra allevamenti di cavalli e pascoli. Il progetto include anche la promozione di artigianato locale e la produzione agroalimentare, in modo da incrementare la crescita economica della comunità in modo totalmente sostenibile. Qui si coltivano infatti frutta e verdura tra cui un tubero, l’igname giallo, ingrediente molto usato nella cucina dominicana e ancora una risorsa importante per la produzione agricola dell’impresa sono le numerose palme da cocco i cui frutti sono destinati alla vendita. Tra gli oggetti di artigianato più diffusi, i più creativi sono quelli ricavati dal frutto jicaro. Il Terranova Ranch sta recentemente ampliando la sua offerta turistica con un negozio per souvenir per la vendita dei prodotti d’artigianato e un bar in cui potersi rilassare degustando bevande prodotte localmente.

La Repubblica Dominicana continua a spingere sempre più il segmento del turismo ecologico in collaborazione con le località turistiche, strutture e un team di esperti. Lo scopo finale non è solo di promuoversi come destinazione turistica ricca di bellezze naturali, storiche e culturali ma anche di preparare le comunità ad intraprendere questa nuova strada con un’offerta turistica dedicata.

Ufficio stampa:

Giulia Cosseddu

g.cosseddu@aigo.it
+39 02 6699 27 223 - mob +39 344 0994 675